SABATO 14 DICEMBRE 2019 ALLE ORE 9.30, NEL REFETTORIO PICCOLO DELLA BIBLIOTECA, SI TERRA’ LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO “LA CLINICA DELLE IMMAGINI. SOGNO E PSICOPATOLOGIA” DI FERDINANDO TESTA

facebook_1575448419174Sabato 14 Dicembre 2019 alle ore 9.30

nel Refettorio piccolo delle
Biblioteche Riunite
“Civica e A. Ursino Recupero”
Monastero benedettino di San Nicolò l’Arena
Via Biblioteca 13, Catania

Presentazione del libro

La clinica delle immagini.
Sogno e psicopatologia

di Ferdinando Testa
Moretti e Vitali editori

 

Interverranno

 Rita Carbonaro
Direttrice delle Biblioteche Riunite  

Salvo Pulvirenti
Presidente Associazione Onlus, Mani Amiche

Antonio Mistretta
Prof. di Igiene, Università di Catania

Giuseppe Raniolo
Psicoanalista di gruppo I.I.P.G.

Ferdinando Testa
Psicoanalista junghiano, Cipa Meridionale

Conduce

Dora Marchese
Docente, italianista

Intervento musicale
Maestro Giuseppe Severini

 

51jf5i4KoqL._SX338_BO1,204,203,200_

“Questo volume, nasce dal desiderio di avvicinare e conoscere il mondo della Psiche, dall’incontro con la sofferenza dei pazienti e dal non senso che ogni disagio psicologico comporta, ma anche dai germogli di vita nati e cresciuti durante gli incontri e i dialoghi con chi soffre, consapevole che ogni sofferenza racchiude una perla di arricchimento…”. Il libro si snoda, come un gomitolo di lana, intorno all’idea junghiana che la Psiche sia densa di immagini; si arricchisce del pensiero di Hillman e di autori come Bachelard, Eliade, Durand che contribuiscono a dare un respiro alla funzione dell’immaginazione, recuperando la sua valenza filosofica, religiosa, antropologica. Tutto ciò come in una sorta di Mandala, il cui centro, rappresentato dal pensiero di Jung, dal suo lavoro clinico, dalle sue esperienze e dai suoi studi, è affiancato dalla conoscenza d’altri autori, tra cui Yoram Kaufmann, López-Pedraza e Nathan Schwartz-Salant e da diversi autori junghiani che si sono occupati dell’applicabilità della psicoterapia junghiana. Il dialogo tra le diverse componenti del pensiero junghiano (archetipica, evolutiva e relazionale), trova nel sogno il luogo di sintesi dove fenomenicamente è possibile rintracciare l’unità del pensiero junghiano nelle sue diverse molteplicità. Il sogno diventa luogo della relazione intrapsichica del paziente col mondo delle sue parti, termometro della relazione transferale e controtransferale e spazio d’apertura alla dimensione archetipica.

Pubblicato in News, Novità Editoriali | Contrassegnato , , , , , , , ,

DA VENERDI’ 15 NOVEMBRE 2019 A SABATO 4 GENNAIO 2020, MOSTRA “IL DISEGNO DELL’ACQUA: ANTICHE OPERE IDRAULICHE IN SICILIA” NEI MANOSCRITTI, OPERE RARE E DI PREGIO, MAPPE, CARTE GEOGRAFICHE, IDROLOGICHE, ILLUSTRAZIONI, DISEGNI, INCISIONI, TESTI A STAMPA, FOTO E DIPINTI.

 

 

LOCANDINA


“Il disegno dell’acqua: antiche opere idrauliche in Sicilia


Biblioteche Riunite
“Civica e A. Ursino Recupero”
(Monastero benedettino di San Nicolò l’Arena)

Venerdì 15 Novembre 2019 –
Sabato 4 Gennaio 2020
 lunedi – venerdì ore 9.00 – 13.00
sabato  ore 9.00 – 11.00

 

Locandina

La Mostra “Il disegno dell’acqua: antiche opere idrauliche in Sicilia”, organizzata dalle Biblioteche Riunite “Civica e A. Ursino Recupero”, è inserita tra le manifestazioni previste in occasione del cinquantenario della costituzione della Sezione Sicilia Orientale dell’Associazione Idrotecnica Italiana.
Il Professore Salvatore Alecci, Presidente Sezione Sicilia Orientale dell’Associazione Idrotecnica Italiana, unitamente all’Ateneo di Catania, ha coordinato, mostre di progetti e documenti storici sulle acque in Sicilia,  allestite in vari siti storici importanti della città. Con tale iniziativa si vuole approfondire e far conoscere ad un più vasto pubblico come sono stati studiati ed affrontati in passato alcuni problemi di utilizzazione delle acque, di bonifica e di difesa del suolo (alcuni dei quali ancora oggi attuali), quali soluzioni tecniche siano state proposte, quali siano state realizzate e quali risvolti sociali, economici, culturali e di trasformazione del territorio e della società abbiano avuto nella storia della Sicilia.
La mostra  in Biblioteca è stata concepita con lo scopo di valorizzare, promuovere e fare riflettere  sull’importanza di un bene cosi prezioso, a quante attività muove e sulla sua intima connessione con il vivere degli esseri viventi e quanto possa condizionare lo sviluppo di aree culturali nel mondo. Ricopre  circa il 7/10 della superficie terrestre ed è presente in forte proporzione in tutti gli organismi viventi di cui regola la temperatura attraverso l’evaporazione ed è l’elemento più diffuso in natura. La rete dei corsi d’acqua costituisce la trama fondamentale di riferimento per l’equilibrio ecologico, telaio organizzativo dell’assetto urbano e territoriale. In un mondo che sta diventando un grande  “villaggio globale”, il problema del consumo dell’acqua costituisce una indubbia evidenza e continua a caratterizzare diversi ambiti della ricerca, affascina e influenza pittori, scrittori, fotografi che vedono nell’acqua una ulteriore bontà divina. L’acqua è un tema complesso e richiede una gestione razionale e condivisa e coinvolge una vasta pluralità di rapporti interdisciplinari e un insieme di saperi e competenze per salvaguardare e assicurare la sopravvivenza dell’intero pianeta. La poca manutenzione ordinaria dei corsi d’acqua, l’abbandono della navigazione fluviale a favore del trasporto su gomme ha avuto delle conseguenze negative con l’aumento dell’inquinamento causa di catastrofe naturali ogni giorno sempre più presenti. Il filo conduttore della mostra è l’acqua, connettivo ambientale e culturale, che come un moderno “Portolano”, con l’abbinamento di mappe, carte geografiche, idrologiche, illustrazioni, disegni, incisioni, testi a stampa e fotografie è indagata non soltanto sotto l’aspetto idrologico ma da diversi punti di vista.
Nel Refettorio piccolo si possono ammirare le 26 foto della collettiva ACAf, con secca didascalizzazione, dai cangianti cromatismi che in un gioco di luci e colori, filtrati dall’obiettivo del fotografo sono una immersione visiva nell’acqua, ripercorrono e disvelano itinerari densi di emozioni e straordinaria bellezza. Le fotografie sono “immagini della memoria” che come nell “Idea di  Teatro” di Giulio Camillo, il visitatore viene trascinato nella scena per vivere la magia che evoca l’acqua. Il fotografo non si limita a fotografare e archiviare immagini ma interviene su di esse come in una scena teatrale,deve colpire emotivamente, ma anche a distanza di tempo, riscorrendoli restituiranno la memoria che hanno le informazioni che vi avevano depositato e dove ognuna ha impresso il tocco dell’unicità. La Mostra è arricchita da un bellissimo disegno acquerellato del Maestro Vittorio Urso “Fontana della Dea Cerere” realizzato appositamente per questa mostra e donato alla Biblioteca.
La Mostra è un’occasione per cogliere non soltanto la bellezza delle opere esposte, ma anche la magnificenza degli spazi ed ha lo scopo di avvicinare vaste fasce di pubblico al libro. Il percorso si conclude nel gioiello della Biblioteca la “Sala Vaccarini”, uno dei tesori dell’architettura settecentesca catanese.

Rita Carbonaro

20191202_083528

Pubblicato in Mostre, News | Contrassegnato , , , , , , ,

GIOVEDI’ 14 NOVEMBRE 2019 ALLE ORE 17.00, NEL REFETTORIO PICCOLO DELLA BIBLIOTECA, SI TERRA’ LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO “MOSAICO” DI GIUSEPPE FAILLA

Layout 1

Giovedì 14 Novembre 2019 alle ore 17.00

nel Refettorio piccolo delle
Biblioteche Riunite
“Civica e A. Ursino Recupero”
Monastero benedettino di San Nicolò l’Arena
Via Biblioteca 13, Catania

Presentazione del libro

Mosaico
di Giuseppe Failla
euno edizioni

 

 

Saluti

Dott.ssa Rita Carbonaro
Direttrice delle Biblioteche Riunite  

Relatore:

Dott. Ferdinando Testa
Psicoanalista junghiano

Letture di:

Federica Inserra e Riccardo Foti
Laboratorio teatrale in lingua e dialetto – Catania

Sarà presente l’Autore

 

copertina

Marcello si è risvegliato dal coma con tre domande: chi sono, da dove vengo e chi sono tutte queste persone che si dicono miei familiari? È l’inizio di un percorso a frammenti, intessuto di intimi dialoghi e rivelazioni che poco a poco fanno luce sul passato del protagonista. Con delicatezza e profonda sensibilità la memoria di Marcello raccoglie ricordi, aneddoti che compongono il grande mosaico del suo Io, ma riuscirà a riemergere Uomo completo dalla nebbia dell’amnesia? Il cammino non è facile, specie quando deve confrontarsi con un passato complicato e trovare la forza del perdono e del lasciare andare.

 

 

Pubblicato in News, Novità Editoriali | Contrassegnato , , , , , , , ,

LUNEDI’ 21 OTTOBRE 2019, ALLE ORE 11.00, NEL REFETTORIO PICCOLO DELLA BIBLIOTECA SARA’ PRESENTATA LA XXXIII EDIZIONE DEL PREMIO LETTERARIO INTERNAZIONALE “NINO MARTOGLIO”, PROMOSSO E ORGANIZZATO DAL CIRCOLO ATHENA

Premio_Letterario_Nino-MartoglioLunedì 21 Ottobre 2019 alle ore 11.00

nel Refettorio piccolo delle
Biblioteche Riunite
“Civica e A. Ursino Recupero”
Monastero benedettino di San Nicolò l’Arena
Via Biblioteca 13, Catania

Sarà presentata in conferenza stampa la XXXIII edizione del
Premio Letterario Internazionale
“Nino Martoglio”

 

Il Premio Letterario Internazionale “Nino Martoglio” è promosso e organizzato dal Circolo Athena con la consulenza scientifica dell’Istituto di Storia dello Spettacolo Siciliano e la collaborazione del Comune di Belpasso. Presieduta da Sarah Zappulla Muscarà (Università di Catania) e composta da Anna Maria Paternò (presidente del Circolo Athena), Daniele Motta, (sindaco del Comune di Belpasso), Vicente Gonzales Martin (Università di Salamanca, Spagna), Domenico Tempio (editorialista de “La Sicilia”), la giuria ha assegnato il Premio Martoglio nelle seguenti sezioni: Letteratura; Saggistica; Opera Prima; “Athena”; Premio Speciale per il Teatro Civile. Riservato a “scrittori, artisti, giornalisti e personalità che attraverso le loro opere diffondono la cultura nella nostra isola”, il Premio Martoglio intende promuovere la crescita culturale delle nuove generazioni attraverso la diffusione del libro e il confronto con le più alte testimonianze del nostro tempo.
Dedicato al genio poliedrico di Nino Martoglio, illustre protagonista della stagione culturale del Novecento, il Premio si richiama all’identità storico-culturale della Sicilia e alla sua millenaria vocazione di centro propulsore di idee nell’area del Mediterraneo.
Giunto alla trentatreesima edizione – un traguardo che ne consacra la storia, la maturità e l’autorevolezza nel panorama internazionale dei premi letterari – il Premio si distingue per l’originalità della formula: pensato per promuovere il libro e la lettura, il Martoglio non si esaurisce nella cerimonia di consegna, ma esercita costantemente la funzione di osservatorio delle tendenze e delle proposte culturali della contemporaneità. La trentatreesima edizione sarà dedicata alla memoria di Andrea Camilleri, lo scrittore siciliano scomparso di recente (Premio Martoglio per la Letteratura 1999), la cui opera tradotta e apprezzata in tutto il mondo ha contribuito a veicolare un’immagine positiva della Sicilia e a promuovere un forte interesse turistico-culturale nei riguardi dell’Isola.
Tra i premiati delle scorse edizioni che arricchiscono il prestigioso Albo d’Oro del Premio compaiono, tra gli altri, Gesualdo Bufalino, Giuseppe Bonaviri, Andrea Camilleri, Silvana Grasso, Simonetta Agnello Hornby, Turi Ferro, Leo Gullotta, Maurizio Scaparro, Vincenzo Pirrotta, Paolo Mieli, Marcello Sorgi, Francesco Merlo, Massimo Gramellini, Vittorio Sgarbi, Giuseppina Torregrossa, Paolo Di Paolo, Pietro Melati, Alba Donati, Elena Anticoli De Curtis, Loretta Cavaricci.

Pubblicato in News | Contrassegnato , , , , , , , , , , ,

MARTEDI’ 22 OTTOBRE 2019 ALLE ORE 16.30, NEL REFETTORIO PICCOLO DELLA BIBLIOTECA, SI TERRA’ LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO “#POPULECONOMY. L’ECONOMIA PER LE PERSONE E NON PER LE ÉLITES FINANZIARIE” DI FRANCESCO PAOLO CAPONE

manifesto presentazione libro 'populeconomy' di francesco paolo capone a catania - 22 ottobre 2019
Martedì 22 Ottobre 2019 alle ore 16.30

nel Refettorio piccolo delle
Biblioteche Riunite
“Civica e A. Ursino Recupero”
Monastero benedettino di San Nicolò l’Arena
Via Biblioteca 13, Catania

Presentazione del libro

#POPULECONOMY.
L’economia per le persone
e non per le  élites finanziarie
di Francesco Paolo Capone
Edizioni Sindacali

 

Saluti

Rita Carbonaro
Direttrice delle Biblioteche Riunite  

Intervengono:

Francesco Paolo Capone
Segretario Generale Ugl
Nello Musumeci
Presidente della Regione Siciliana
Felice Giuffrè
Ordinario di Istituzioni di Diritto Pubblico
Università di Catania
Carlo Buttaroni
Presidente di Tecnè

Modera:

Antonio Rapisarda
Giornalista del quotidiano “Libero”

 

copertina

 

«A partire dal rapporto tra vita quotidiana e i grandi fenomeni della globalizzazione, passando per l’analisi puntuale delle sofferenze più evidenti del nostro Paese nel settore delle infrastrutture, delle banche, delle relazioni sociali e istituzionali, quello che emerge sconfessa finalmente ogni tentazione ideologica di ridurre il mondo ad uno slogan o peggio ad un dogma, ma al contrario restituisce al nostro tessuto produttivo la sua dignità di organismo complesso, fondato sul valore delle persone e non certo sui freddi parametri di Bruxelles». (dalla prefazione di Matteo Salvini)

Pubblicato in News, Novità Editoriali | Contrassegnato , , , , , , , , , ,

GIOVEDI’ 17 OTTOBRE 2019 ALLE ORE 17.00, NEL REFETTORIO PICCOLO DELLA BIBLIOTECA, TAVOLA ROTONDA SU “L’IMPERATORE GIULIANO E LA SOCIETA’ TARDOANTICA”

locandina

 Giovedì 17 ottobre 2019 alle ore 17.00

nel Refettorio piccolo delle
Biblioteche Riunite
“Civica e A. Ursino Recupero”
Monastero benedettino di San Nicolò l’Arena
Via Biblioteca 13, Catania

L’imperatore Giuliano e la società tardoantica
Tavola rotonda
a partire da Giuliano di Arnaldo Marcone

 

 

Saluti Istituzionali

Rita Carbonaro
Direttrice delle Biblioteche Riunite “Civica e A. Ursino Recupero”

Marina Paino
Direttore del Dipartimento di Scienze Umanistiche (Catania)

Lucio De Giovanni
Ordinario di Storia del diritto romano e Presidente dell’Associazione Internazionale di Studi Tardoantichi (Napoli, Federico II)

Claudia Giuffrida
Ordinario di Storia romana e
Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Filologia Classica (Catania)

Orazio Licandro
Ordinario di Diritto romano e diritti dell’antichità (Catania)

Arnaldo Marcone
Ordinario di Storia romana (Roma Tre)

Sergio Roda
già Ordinario di Storia romana (Torino)

La S.V. è cordialmente invitata ad intervenire

Organizzazione: Margherita Cassia, Associato di Storia romana (Catania)
in collaborazione con le Biblioteche Riunite “Civica e A. Ursino Recupero”

Pubblicato in Eventi Culturali, News | Contrassegnato , , , , , , , , , ,